Pranzo Presentazione Festeggiamenti 2017

Anche quest’anno a Fontaneto d’Agogna sta per arrivare il momento della Festa Patronale in onore del Martire Sant’Alessandro, che ormai da anni rappresenta un impegno fisso per molti da tutta la Provincia.

Ormai da mesi il Comitato Festeggiamenti Sant’Alessandro si riunisce per organizzare le serate ludiche e gastronomiche che ci accompagneranno per undici giorni dal cinque al quindici agosto.

Come è già noto la nostra festa non si riduce solamente all’estate, ma si stende su tutto l’anno e per il 2017 il Comitato ha deciso di dare ufficialmente inizio Domenica 28 maggio con una giornata votata all’aiuto umanitario

. Infatti in tale data, presso il Centro Comunitario, si terrà un pranzo a sostegno del progetto del Comune di Fontaneto d’Agogna “Insieme per Pieve Torina: una scuola per rinascere”, nato per aiutare le popolazioni colpite dalla tragedia del terremoto in centro Italia.

Sarà un’occasione per stare insieme all’insegna della Misericordia e dell’aiuto fraterno, poiché è sentimento che unisce ciascuno di noi la solidarietà verso il prossimo.

Tutto il ricavato di questo evento verrà destinato a tale progetto.

Durante la giornata si premieranno le squadre del Gruppo Sportivo ANSPI Pallavolo Koala e Fontaneto Calcio ed, inoltre, verrà presentato ufficialmente il programma dei Festeggiamenti Sant’Alessandro 2017, che racchiude molte novità sia nel campo spettacoli sia in quello organizzativo.

Quest’anno ospiteremo le star intramontabili ormai simbolo della nostra Festa e nuovi big pronti a salire sul palco.

Inoltre la manifestazione presenterà una sostanziale e assoluta novità: la sostenibilità ecologica.

Proprio questi festeggiamenti si vogliono ricollegare all’ Enciclica di Papa Francesco “Laudato sì”, con l’obbiettivo di sensibilizzare il pubblico sul tema della salvaguardia dell’ambiente.

L’invito per Domenica 28 ovviamente è aperto a tutti dai più piccoli ai giovani e ai più grandi.

Sarebbe un bel gesto cedere un poco del nostro tempo per aiutare chi il tempo non ce l’ha, perché impegnato a ricostruire una vita distrutta.

N.P.